22/Settembre/2017

CONCORSO LETTERARIO - LA VECCHINA DI CATTELAN

21/Settembre/2017

"Letto di stupore".Il declino come libertà

01/Settembre/2017

Io sostengo l'Alzheimer Fest!

Cos'è Alzheimer Fest

Un week-end lungo fatto di incontri, esperienze e (anche) dolce far niente. Un piccolo viaggio per chi raramente riesce a spostarsi.
Una festa nazionale dell’Alzheimer.
Con la certezza che ciascuno porterà qualcosa, da ogni angolo di mondo, e che ogni arrivo sarà un regalo per tutti.
Con il Corriere della Sera a fare da media partner.
Con l’AIP, l’Associazione Italiana di Psicogeriatria, come partner scientifico
Con la società PLS a curare l’organizzazione.
Con le opere di Maurizio Cattelan a fare da magnifico apripista.
Con Clet Abraham che ha inventato il simbolo del buffo Mister Alzeimer, che è lì a sorriderci e a ricordarci che dimenticare (l’H in una parola, un volto, una persona) non impedisce alla gente di continuare a vivere!
 

Le persone con demenza e i familiari che vengono all’Alzheimer Fest possono contare su un’organizzazione che vede al primo posto il loro benessere. All’Alzheimer Fest ci piace la vita bella (e dunque anche comoda). Servizio di bus navetta per gli spostamenti dall’albergo ai luoghi dove si svolgono gli eventi, centro “nursery” con medico e operatori a cui rivolgersi per qualsiasi difficoltà, personale specializzato pronto a intervenire e risolvere problemi nei vari momenti/luoghi della manifestazione.
Andare all’Alzheimer Fest non significa aggiungere un problema alla lista (già lunga) delle difficoltà quotidiane. All’opposto: vuol dire aggiungere un po’ di serenità e tornare a casa ricaricati.
 

Nei colori dell’Alzheimer Fest c’è un incontro tra vari rami di un medesimo albero: la cultura e la salute, il sociale e l’arte, la cura (in inglese “cure” e “care”) e la bellezza. C’è qualcosa di ogni festival che si rispetti: bei paesaggi, musica, teatro, arte, balli, cibo, letture, giochi, discussioni, laboratori, scienza, medicina, preghiere... e tutto “l'altro” che riguarda la vita (non solo) di chi ha poca memoria.