Domande

Partecipare significa esserci. Vieni da solo o in compagnia, con i tuoi amici, con i tuoi familiari, più o meno fragili. Prenditi il tempo per vivere una giornata in modo fuori dall'ordinario.

Certo. Sì. Scrivi a info@alzheimerfest.it e proponi qualcosa: cosa sai fare? Quanto tempo hai a disposizione?

In modo spontaneo e sorprendente, da ogni luogo toccato dalla carovana Alzheimer Fest in questi due anni, sono sbocciati germogli di voglia di fare, di organizzare, in modo volontario e con grandissima cura, un Alzheimer Fest anche l'anno successivo. Nel 2019 Alzheimer Fest diventa 'in viaggio': Levico Terme, Gavirate, Treviso, Orvieto. Con un coordinamento amichevole e collaborativo fra tutti. bello, no?

No. Nessun biglietto. È una festa libera e gratuita. Grazie a un gruppo di partner e sponsor che si fanno carico delle spese vive (e tutti siamo volontari!, compresi i relatori che arrivano da lontano!), possiamo offrire una festa come momento di aggregazione, scambio, informazione, confronto, ispirazione e relazione. Fino ad oggi l'unico elemento a pagamento (a prezzi simbolici, per coprire il costo degli ingredienti) è il Ristorante della memoria, menù pensato e cucinato gratuitamente da due chef stellati.

Sì. Puoi. Ad ogni Alzheimer Fest ci sono luoghi di silenzio e relax provvisti di personale esperto, distribuzione gratuita di acqua e ristoro di emergenza, infermieri, un medico e una ambulanza per ogni evenienza. Lo staff, visibile grazie alle magliette rosse, è in giro per il Fest disponibile ad aiutare e indirizzare chi ha bisogno.

  • Alzheimer Fest è una festa gratuita.
  • Non bisogna comprare alcun biglietto
  • Alzheimer Fest è il frutto del generoso lavoro volontario di tutti
  • Personale specializzato è sempre presente in caso di difficoltà
  • Tutti sono i benvenuti
  • Cliccando il pulsante DOVE PERNOTTARE in home page troverete indicazioni su hotel a tariffe facilitate, ma sono solo indicazioni: ognuno deve organizzarsi in autonomia
  • Al momento non siamo in grado di mettere in contatto i viaggiatori per un travel-sharing: ci dispiace! Chissà, se ci aiutate, in futuro...

Alzheimer Fest è una festa. Cosa c’è da festeggiare? Tanti chiedono. Non c’è niente da festeggiare, anzi.

Lo sappiamo bene. Tutti noi che partecipiamo a questo progetto siamo stati o siamo toccati da questo tema.

Festeggiamo il coraggio di vivere nonostante la malattia.

Festeggiamo il sorriso che arriva dopo una notte disperata.

Festeggiamo la luce, la vita, perché insieme siamo meno soli, insieme possiamo trovare soluzioni, ispirazioni. Possono essere soluzioni temporanee, ma accadono. E danno sollievo.

E mentre affrontiamo tutto questo buio, ci informiamo, cerchiamo di reagire, incontriamo medici e artisti, terapisti e musicisti, studiosi e scrittori.

Non è un buon motivo per trovarci e festeggiare?