Imbottigliare i ricordi è un ottimo metodo (brevettato) per non dimenticare nulla, per lasciare da una parte i ricordi ingombranti, per tenere in serbo ricordi belli per i tempi bui.

Questo hanno fatto i bambini di quattro classi terze della Scuola primaria di Levico, delle classi quarte di Madrano e delle quinte di Zivignago (Trento): partendo dal progetto di Bruno Tognolini ‘Le bestioline dei buchi di memoria’ e guidati dalle loro meravigliose insegnanti, hanno scritto messaggi in bottiglia a futura memoria, hanno realizzato farfalle di carta che trasportano pensieri sulle loro ali e hanno condiviso tutto questo con i residenti della Apsp di Pergine. Un GRAZIE caloroso a Stefania Vergot, alle insegnanti tutte e ai bambini, uno per uno.

Il progetto Buchi della memoria va avanti facendo tappa a Rho (Milano) e Treviso: tutti i lavori saranno esposti sotto l’albero secolare nel parco di Sant’Artemio, durante Alzheimer Fest 2019. Chi di voi voglia aderire al progetto per l’anno prossimo , si faccia avanti., Scriveteci.


Leave a Comment